Archivi tag: staffetta

136 non sono il PD

136 non sono il PD. Ieri sera 136 del PD hanno deciso di staccare la spina al governo Letta e lanciare la corsa del Segretario Renzi verso la guida di un nuovo governo. E’ del tutto evidente che questa decisione ha  provocato tanta delusione tra gli elettori del PD. A moltissimi è apparsa una forzatura inutile e, soprattutto, dannosa per il PD e per il Paese tutto. 

Ieri è stata una di quelle giornate che lasciano il segno in chi considera la politica una missione a servizio della collettività. Non sarà facile poterla archiviare. Non sarà facile cancellare quell’impressione, data da 136 uomini e donne della Direzione Nazionale del PD, di un partito soggiogato dagli interessi dei singoli, più che preoccupato degli interessi e della volontà del suo popolo.

Ma sono convinto che il PD è diverso! il PD non è quei 136 che ieri sera abbiamo visto votare in una Direzione farsa, in cui tutto era già tutto deciso prima dell’inizio. Il PD sono milioni di uomini e donne che sanno gioire, sanno piangere, sanno fare sacrifici, che non hanno paura di metterci la faccia per qualcosa in cui credono, ma che non accettano e non accetteranno mai di essere presi in giro. E’ questo il popolo del PD! Quel popolo al quale non si può mancare di rispetto.

Ieri sera ho letto tanti commenti, dai quali traspariva, sgomento, rabbia, e soprattutto la perdita della speranza. Ebbene si, Renzi per molti, me compreso, era la speranza di quel cambiamento che ci avrebbe finalmente consentito di vincere le elezioni e che ci avrebbe consentito di mettere su un vero governo riformista e del fare. Ma io vi dico che non dobbiamo perdere la speranza, non dobbiamo smettere di avere un sogno, dobbiamo solo rafforzare la convinzione che bisogna lottare di più, ma non per questo o quel personaggio, ma per un sogno, per un ideale. Un ideale che si chiama democrazia, libertà, uguaglianza, giustizia sociale, solidarietà!

Un uomo senza speranza, si dice, che sia un uomo morto, ebbene, sono certo che non ci faranno morire tutti!

Così era una volta, ma oggi non più

Così era una volta, ma oggi non più.
Mi ricordo che una volta funzionava così: il Presidente del Consiglio verificava in Parlamento, se il governo che presiedeva aveva la maggioranza, se non ce l’aveva si recava dal Presidente della Repubblica e rassegnava le dimissioni; il Presidente della Repubblica avviava le consultazioni con i vari gruppi parlamentari per verificare se vi erano le condizioni per la formazione di un nuovo governo; in caso positivo affidava l’incarico a chi riteneva più rappresentativo di formare un nuovo governo! In caso negativo indiceva nuove elezioni! Oggi funziona che la Direzione del PD deve decidere tutto!
Continua a leggere Così era una volta, ma oggi non più

Aspettando la Direzione nazionale del PD

…vorrei tanto scrivere un articolo sulla situazione politica che l’Italia sta vivendo in questi giorni, ma, giuro, ogni volta che ci provo, mi blocco…mi viene una sorta di volta stomaco che non mi consente di scrivere più di due righe.
E sia ben chiaro non sono a corto di idee o di pensieri…anzi, nella mia mente se ne stanno accavallando tanti, con una velocità pari alla velocità con la quale il Segretario del PD Renzi cambia la sua posizione ogni giorno. Infatti ogni volta che credo di aver raggiunto una convinzione su quello che farà il Segretario del Pd, sono costretto a cambiare idea dopo qualche minuto. Una cosa è certa, è un abile depistatore, perché, credo, che le sue dichiarazioni siano scientifiche, finalizzate ad un disegno politico che ha in mente chissà da quanto tempo; e guai se così non fosse: significherebbe che è schizofrenico!
Continua a leggere Aspettando la Direzione nazionale del PD