Archivi tag: gasdotto

Gasdotto TAP – Il PD Salentino e Pugliese parlano con 100 lingue diverse

Mi è venuto un dubbio guardando una trasmissione andata in onda l’altra sera su un emittente locale (https://www.youtube.com/watch?v=Vq7MNRC60IQ): l’On. Massa del PD era presente quale rappresentate politico di un territorio, che lo ha eletto, e, dunque, con il sacrosanto dovere di farsi interprete delle istanze e delle preoccupazioni che esso manifesta, o quale avvocato difensore di TAP con l’altrettanto sacrosanto dovere di difendere la bontà di quel progetto?

Mi dispiace ancora una volta dover constatare che su questa vicenda il PD Salentino e Pugliese parlino con 100 lingue diverse… Mentre a Bari si dice che si sta lavorando per individuare un sito alternativo a San Foca, a Lecce si dice che bisogna discutere delle compensazioni atteso che lo sbarco a San Foca è ormai cosa fatta… più volte ho sollecitato che si convocasse un’assemblea del Partito sulla questione TAP, affinché si arrivasse ad esprimere un’unica e condivisa posizione, ma questa non c’è mai stata… di recente ho sollecitato che il candidato del PD alla Presidenza della Provincia esprimesse la sua posizione pubblicamente sulla vicenda TAP, ma non c’è stata… sarei curioso di sapere se il Segretario Provinciale, colui che rappresenta il partito, colui che è chiamato ad esprimere la posizione del PD provinciale, è ancora dell’idea che la TAP non dovrebbe sbarcare a San Foca così come dichiarato più volte prima della sua elezione e anche nell’immediato post elezione.
Io sono del PD, sono uno di quei 100.000 che quest’anno ha rinnovato la tessera, e francamente mi scoccia e mi mortifica leggere frasi del tipo “chissà quali interessi ha il PD? Io faccio parte di quel PD e non ho nessun interesse, se non quello di tutelare al meglio il mio territorio… e come me tantissimi altri, la stragrande maggioranza del partito… chi in questo momento si esprime a favore di TAP (io voglio credere che lo faccia sempre pensando all’interesse collettivo) non rappresenta la mia posizione, che è e rimarrà di netta contrarietà allo sbarco del gasdotto a San Foca.

Annunci

Il gasdotto TAP avanza, la politica indietreggia – Manera che ne pensa?

Sappiamo che Massimo Manera, qualora vincesse la competizione per diventare Presidente della Provincia di Lecce, vieterà l’ingresso delle auto nell’atrio di Palazzo dei Celestini. Oddio, questa notizia non può che farmi piacere, è di quelle che ti lasciano sereno sul futuro della provincia in cui vivo, ma mi farebbe piacere che con altrettanta determinazione dicesse come la pensa sulla questione dell’approdo del gasdotto TAP a San Foca, perché giuro che non lo so. Magari è un mio limite cognitivo, lo avrà sussurrato nell’orecchio di qualcuno, ma io non so come la pensa e, come me, credo che siano in tanti a non saperlo. Non sarebbe male se esprimesse la sua contrarietà (è solo un mio auspicio) occupando un’intera pagina del giornale, così come è avvenuto con la presa di posizione sulle auto nell’atrio di Palazzo dei Celestini. Invece, accade che esce la notizia che il Sottosegretario De Vincenti dice che il gasdotto si farà a San Foca e tutto passa inosservato. Nessuna presa di posizione da parte della politica locale né di destra ne di sinistra. Nè da parte di chi si candida a guidare la Provincia.

Eppure, qualche settimana fa dalla Regione giungeva la notizia che s’intendeva lavorare per l’individuazione di un sito alternativo. La dichiarazione di De Vincenti  (del PD) quindi giunge come una sorta di dichiarazione di guerra, nel senso: nel Salento, in Puglia, parlate quanto volete tanto a Roma abbiamo già deciso.

Mi sarei aspettata la rivolta da parte di quei Consiglieri Regionali che a parole si sono dichiarati contrari all’approdo  del gasdotto a San Foca, mi sarei aspetta la presa di posizione da parte del candidato alla presidenza della Provincia, invece niente. TAP continua a fare quello che deve fare, senza alcun sostanziale contrasto e in barba ad ogni parere contrario che arriva dal territorio. Sono arrivati a fare i carotaggi dei terreni destinati al passaggio del tubo del gasdotto e nessuno fa niente.

Sono mesi che si discute, che si fanno dichiarazioni di contrarietà (magari solo per fini elettoralistici) e niente più… TAP, intanto, va avanti sicura delle coperture politiche già acquisite e manifestate da De Vincenti.

Se non è TIP è TAP

Questa mattina era in programma a Lecce l’OST (non è una bestemmia, ma sta per Open Space Technology) organizzato dalla Regione Puglia per ascoltare le comunità locali in merito al Gasdotto Trans-Adriatico (conosciuto con l’acronimo inglese di TAP, Trans-Adriatic Pipeline); un progetto volto alla costruzione di un nuovo gasdotto che connetterà Italia e Grecia attraverso l’Albania, permettendo l’afflusso di gas naturale proveniente dalla zona del Caucaso, del Mar Caspio (Azerbaigian) e, potenzialmente, del Medio Oriente. La condotta dovrebbe sbarcare dopo un lungo viaggio attraverso la Grecia e l’Albania dovrebbe sbarcare sulle coste di San Foca, marina di Melendugno (LE).
Continua a leggere Se non è TIP è TAP