Archivi categoria: Pasta

Coda alla vaccinara

Oggi vi propongo la coda alla vaccinara! Lo so non è un piatto salentino, ma a me piace tantissimo. Non vi nascondo che ho avuto delle perplessità nell’accostarmi a questo piatto, ma da quando l’ho provato, l’ho inserito nei primi posti dei miei preferiti. La coda alla vaccinara è uno piatto tipico della cucina romana che non potete fare a meno di provare quando siete nella Capitale, ma che vi consiglio di preparare anche a casa, vista la sua semplicità e la sua bontà.
Si usa la coda di bue o di vitello (la differenza sta nel fatto che la prima è più grossa e richiederà una maggiore cottura), che si fa cuocere per lungo tempo con ortaggi e spezie dando vita ad un sugo meraviglioso con il quale i Romani generalmente condiscono i rigatoni; con il minimo sforzo avrete un primo ed un secondo da leccarsi i baffi.
Provate a prepararla …è troppo buona.

Ingredienti

1 kg coda di bue o di vitello; 100 g di guanciale; 3 cucchiai di olio d’oliva evo; 1 cipolla; 1-2 carote (secondo le dimensioni); 3-4 coste di sedano; 1 spicchio d’aglio; un ciuffo di prezzemolo; 3 chiodi di garofano; 1 bicchiere di vino bianco; 750 ml di passata di pomodori; un cucchiaio di pinoli; un cucchiaio di uvetta; mezzo cucchiaio di cacao amaro in polvere; sale fino q.b.; peperoncino piccante secondo gusto.

Preparazione

Tagliate la coda con un grosso coltello da cucina, seguendo le giunture della stessa e cercando di non spezzare l’osso (vi consiglio di farvela tagliare dal vostro macellaio di fiducia), lavatela bene sotto l’acqua corrente e lasciatela scolare

27657432_10215163540631290_7766461364389820625_n

Tagliate a tocchetti il guanciale

27332376_10215082869574564_2277200933291565876_n

e tritate la cipolla, la carota, il sedano e il prezzemolo. In una pentola capiente mettete l’olio, lo spicchio d’aglio e il guanciale;

27654725_10215163541471311_7957959803011265314_n

quando sarà rosolato, togliete l’aglio e aggiungete il trito di verdure, una manciata di prezzemolo tritato e fate cuocere per qualche minuto; unite la coda, chiodi di garofano e lasciate cuocere a fuoco basso per una decina di minuti; aggiungete il vino bianco, il peperoncino e salate il tutto; lasciate cuocere il tutto a fuoco medio per circa 20 minuti;

27973872_10215163542071326_5546431611103067391_n

aggiungete la passata di pomodori, mescolate e fate cuocere a fuoco basso, per un minimo di 2-3 (dipende dal tipo di coda), rimestando di tanto in tanto e facendo attenzione che il sugo non si asciughi molto; in tal caso aggiungete un po’ di acqua calda; la coda sarà pronta quando vi accorgete ce si stacca dall’osso facilmente.

27657751_10215163542271331_5466019991868489467_n

Poco prima di spegnere, aggiungete i pinoli, l’uvetta che avrete fatto ravvivare tenendola in po’ d’acqua per una mezz’ora, le coste di sedano che avrete privato dei filamenti, sbollentate e tagliate a pezzettini grossolani e il cacao; mescolate il tutto e lasciate cuocere per una decina di munti.

La coda è pronta; servitela in un piatto piano o fondo con una leggera spolverata di cacao amaro.

27658012_10215163543111352_6100583899657790476_n

Se volete fare i rigatoni: fate cuocere i la pasta in abbondante acqua salata, scolatela e fatela saltare in una padella con il sugo della coda; una bella spolverata di pecorino e il piatto è pronto

27750445_10215163542951348_6644764120509308879_n

Buon appetito e se avete dubbi scrivetemi!

 

Annunci

Spaghetti con cozze e ortaggi

Ho voluto variare la mia solita ricetta della pasta con le cozze. Allora ho usato alcuni ortaggi che avevo in casa come le zucchine e le carote, abbinandoli con lo zenzero e la salsa di soia . Vi assicuro che il risultato è straordinario. È da provare.

Ingredienti per 4 persone: 350 g di spaghetti ristorante, un chilo e mezzo di cozze nere, due zucchine medie , due carote medie, 4/5 scaglie di zenzero, salsa di soia, mezzo bicchiere di vino bianco, olio di oliva, uno spicchio d’aglio.

Preparazione:  in una salta pasta mettere l’olio, lo spicchio d’aglio e farlo sfumare; togliere l’aglio e aggiungere le carote e le zucchine tagliate a pezzettini o a striscioline, unire le scaglie di zenzero che avrete sminuzzato e far cuocere il tutto per 5 minuti; aggiungere mezzo bicchiere di vino bianco e far cuocere finché non sarà evaporato per circa 10 minuti; aggiungere gli spaghetti fatti cuocere molto al dente in abbondante acqua pochissimo salata e le cozze, che avrete sgusciato precedentemente; amalgamare il tutto aggiungendo un paio di mestoli di acqua di cottura della pasta; quando l’acqua si sarà un po’ asciugata, far saltare il tutto aggiungendo una spruzzatina di salsa di soia (mi raccomando non mettetene molta).

Il piatto è pronto!

img_7050

Spaghetti alle vongole veraci e cozze pelose

Gli spaghetti con le vongole è uno dei piatti che più prediligo. Non c’è ristorante di mare dove non li si possa trovare, ma, se vi devo dire la verità, spesso mi è capitato di non gustarmeli. E’ un piatto facile da preparare, ma è fondamentale la qualità del prodotto e la cura nell’esecuzione. Spesso mi è capitato che mi venisse servito un piatto con vongole decongelate, che non sapevano di niente, altre volte che si sentisse la sabbia, altre ancora che il sapore dell’aglio fosse predominante rispetto a quello delle vongole. Bisogna stare molto attenti nella preparazione. Le vongole migliori da utilizzare per gli spaghetti sono le veraci, pescate nei nostri mari. Oggi, alle vongole ho voluto aggiungere le cozze pelose e vi assicuro che il risultato è strepitoso.

Ingredienti per 4 persone: 1 kg di vongole verace, 500 gr. di cozze pelose un grosso spicchio d’aglio, un mazzetto di prezzemolo, mezzo bicchiere di vino bianco, , olio d’oliva, sale e pepe bianco.

Preparazione: pulite e lavate bene le vongole e le cozze pelose; le vongole è bene tenerle per un giorno nell’acqua e sale per far si che espellano la sabbia; in una salta pasta mettere l’olio (il fondo deve essere coperto) e lo spicchio d’aglio; fare dorare l’aglio e aggiungere le vongole, cozze pelose e mezzo bicchiere di vino bianco; pian piano che i gusci si schiudono toglierle dalla padella con una pinza e riporle in una scodella (mi raccomando non fatele cuocere molto); togliere l’aglio e fare ridurre il liquido rimasto nella padella a fuoco vivace; quando sarà evaporato quasi del tutto, aggiungere gli spaghetti che avrete fatto cuocere al dente in abbondante acqua poco salata; aggiungere un mestolo di acqua di cottura e unire le vongole e le cozze pelose

11205085_10206436244694346_2667356009476596394_n;

saltare il tutto per qualche minuto aggiustandola con il sale e aggiungendo alla fine il prezzemolo tritato.

Impiattare e spolverare con un po di pepe bianco, se desiderato. #mangiaconme

11209646_10206436244974353_9143271184460780441_n

Spaghetti con le cozze

Gli spaghetti con le cozze è un piatto semplicissimo da fare. Nel Salento ci sono diversi modi per prepararli. C’è chi li preferisce con il sugo rosso, chi completamente in bianco; io li preferisco con l’aggiunta di qualche pomodorino giallo, per intenderci quelli di “pendula” (sono quelli che si conservano per tutto l’anno appesi in luoghi freschi), che si trovano nella mia zona (io ho la fortuna di averli in casa, perché li produce mio padre). Il segreto per fare un buon piatto di spaghetti con le cozze è far trionfare il loro sapore, aggiungendo pochissimi altri elementi.

Ingredienti per 4 persone: 2 kg di cozze, un grosso spicchio d’aglio, un mazzetto di prezzemolo, mezzo bicchiere di vino bianco, dieci pomodorini gialli di “pendula” (in alternativa potete usare i ciliegini non troppo maturi), olio d’oliva, sale e pepe bianco.

Preparazione: pulite e lavate bene le cozze; in una salta pasta mettere l’olio (il fondo deve essere coperto) e lo spicchio d’aglio e i pomodorini, tagliati a metà e privati dei semini; fare dorare l’aglio e aggiungere le cozze e mezzo bicchiere di vino bianco; pian piano che le cozze si aprono toglierle dalla padella con una pinza e riporle in una scodella; togliere l’aglio e fare ridurre il liquido rimasto nella padella a fuoco vivace; quando sarà evaporato quasi del tutto, aggiungere gli spaghetti che avrete fatto cuocere al dente in abbondante acqua pochissimo salata; aggiungere un mestolo di acqua di cottura e unire le cozze, che avrete privato dei gusci (qualcuno lasciatelo per coreografia); saltare il tutto per qualche minuto aggiungendo alla fine il prezzemolo tritato.

Impiattare e spolverare con un po di pepe bianco, se desiderato. #mangiaconme

10393778_10206426176042636_7959630406253736235_n

Paccheri con gamberi e canocchie.

I paccheri con gamberi e canocchie è un piatto, facile e veloce, che vi farà leccare i baffi e anche le dita, dal momento che le canocchie vanno mangiate esclusivamente con le mani…e non sognatevi di mangiarle con coltello e forchetta…le fareste solo soffrire e non le gustereste! 🙂

Ingredienti per 4 persone: 400 gr di paccheri di gragnano,  500 gr di gamberi rosa, 12 canocchie o cicale di mare, 15 pomodorini rossi o gialli, uno spicchio d’aglio, prezzemolo, olio d’oliva e un bicchiere di vino bianco.

PreparazioneIn una saltapasta antiaderente mettere l’olio d’oliva, lo spicchio d’aglio e i pomodorini tagliati a metà; fare cuocere il tutto per 5 minuti a fuoco vivace, facendo attenzione a non far bruciare l’aglio; togliere l’aglio, aggiungere le canocchie e  il vino bianco e far cuocere il tutto per altri 10 minuti10933775_10205651392913542_1734579472756643657_n;

poi aggiungere i gamberetti sgusciati, un po’ di sale e far cuocere il tutto per altri 10 minuti, aggiungendo un po’ d’acqua calda (mi raccomando il sughetto non si deve seccare molto) 10451691_10205651393673561_9020661758350307532_n;

aggiungere la pasta, precedentemente fatta cuocere in abbondante acqua salata e fare saltare il tutto per qualche minuto; spolverare con abbondante prezzemolo tritato. 

10940440_10205651394433580_6851083067619462470_nI paccheri gamberi e canocchie sono pronti!

Buon appetito! Se avete dubbi scrivetemi!

Maccheroncini con funghi e salsiccia

…è autunno, cadono le foglie e si trovano un sacco di buonissimi funghi… allora li abbiniamo con la salsiccia e con il sughetto condiamo la nostra pasta fatta in casa: i maccheroncini. Risultato spettacolare da provare. Mi raccomando beveteci sopra un bicchiere di primitivo.

Ingredienti per 4 persone: 400 gr di maccheroncini fatti in casa, 300 gr di salsiccia, 200 gr di funghi misti freschi, uno spicchio d’aglio, 300 ml di salsa di pomodoro, mezzo bicchiere di vino bianco, olio d’oliva, un peperoncino fresco, sale quanto basta.

Preparazione: in una saltapasta mettere un filo d’olio e lo spicchio d’aglio e farlo imbiondire, aggiungere la salsiccia, privata del budello e sbriciolata, e mezzo bicchiere di vino bianco; quando il vivo sarà evaporato, aggiungere i funghi e fare cuocere il tutto per una decina di minuti; togliere lo spicchio d’aglio, aggiungere la salsa di pomodoro, un po’ di sale (in base alla sapidità della salsiccia) e lasciare cuocere per altri 10 minuti10398663_10205077161878125_6622179040176642101_n;

versare la pasta 10500509_10205077162158132_5846591737730177335_n, fatta cuocere al dente in abbondante acqua salata e farla saltare per qualche minuto aggiungendo un po’ di formaggio grana o pecorino, secondo i gusti.

Il piatto è pronto 10363782_10205077161558117_7367245643378409179_n.

Buon appetito! Se avete qualche dubbio scrivetemi.

Fusilli al ragù di gallinelle e lucerne

Oggi vi propongo un primo piatto a base di pesce, a mio giudizio, eccezionale: i fusilli con ragù di gallinelle8b9510afdab2687aa1d652995d33d76f475fac6e e lucerne o pesce pretecucina_pesce-prete1. Entrambe i tipi di pesce sono l’ideale per fare delle ottime zuppe. La preparazione di questo piatto non è semplicissima, ma con un po’ di pazienza si può fare! Vi assicuro che non ve ne pentirete. Mi raccomando: il pesce deve essere freschissimo. Continua a leggere Fusilli al ragù di gallinelle e lucerne

Pasta con nduia e ricotta forte

Ho voluto fare il tentativo di abbinare il gusto deciso di un prodotto della mia terra, la “ricotta forte”, con quello altrettanto deciso di un prodotto della vicina Calabria, la “nduia”… direi che è stato un ottimo matrimonio… questo connubio l’ho, poi, addolcito  con una spolveratina di “cacio ricotta” poco salato… ma se siete amanti dell’hard, senza dubbio ci sta bene un po’ di pecorino… provate per credere!

Ingredienti per due persone: 180/200 gr di pasta (penne o fusilli), 4 cucchiaini di nduia, 2 chicchiaini di ricotta forte, due mestoli di salsa di pomodoro cotta.

Preparazione: in una salta pasta mettere la nduia e la ricotta forte e farla sciogliere con la salsa di pomodoro; versare la pasta cotta in abbondante acqua salata e farla saltare per qualche minuto amalgamando il tutto. Impiattare spolverandola con un po’ di cacio ricotta (o pecorino).

Il piatto è pronto!

10313058_10203634956543893_8147327326939485464_n

Buon appetito…e se avete dubbi scrivetemi!

Spaghetti ai ricci

Gli spaghetti ai ricci di mare sono fantastici…non aggiungo altro! Facilissimi da fare!

Ingredienti per 2 persone: 180 gr di spaghetti, 70 gr di polpa di ricci fresca, uno spicchio d’aglio, olio d’oliva, prezzemolo tritato, pepe.

Preparazione: in una salta pasta mettere l’olio e l’aglio e farlo dorare; togliere l’aglio e aggiungere gli spaghetti cotti in abbondante acqua salata e scolati al dente; aggiungere metà della polpa di ricci e un po’ di prezzemolo tritato e fate saltare per qualche minuto gli spaghetti, aggiungendo pochissima acqua di cottura; impiattare, aggiungendo il resto della polpa di ricci e il prezzemolo; si può spolverare con un po’ di pepe bianco.

Gli spaghetti ai ricci sono pronti!

1925228_10203446363509185_7115994267650180486_n

Buon appetito e se avete dubbi scrivetemi!

Pasta con fagioli e cozze

La pasta con fagioli e cozze è un piatto che abbina il sapore della terra (la pasta di grano duro fatta in casa e i fagioli) con quello del mare. Il risultato un connubio meraviglioso, dal gusto unico.

Ingredienti per 4 persone: 300 gr di pasta fresca di grano duro, 1 kg di cozze, 2-3 mestoli di fagioli, olio d’oliva, aglio, mezzo bicchiere di vino bianco, pepe e sale quanto basta.
Continua a leggere Pasta con fagioli e cozze