Archivi categoria: Dolci

Chiacchiere

È carnevale e non potevo non fare le chiacchiere fritte e/o al forno. Sicuramente sono più buone fritta, ma anche al forno non sono male!

Ingredienti: 250 g di farina, 25 g di zucchero, 25 g di burro, due uova, mezzo bicchiere di grappa o limoncello.

Preparazione : impastare gli ingredienti, stendere una sfoglia sottile e tagliare con la rotella

IMG_7012.
Friggere le chiacchere in abbondante olio d’oliva o disporle in una teglia con la carta forno e infornare a 200° per un quarto d’ora.

Annunci

Strudel con marmellata d’arance, mele e noci.

Oggi ho trovato in frigo un rotolo di pasta sfoglia… Che ci faccio? Una focaccia o un dolce? Alla fine ho deciso di fare un dolce… Visto che è anche domenica … Una cosa facile facile da fare con ciò che avevo a casa!

Ingredienti: un rotolo di pasta sfoglia, marmellata di arance, una mela, quattro noci.

Preparazione: srotolare la pasta sfoglia, tagliare i due lati in alto e in basso in modo da creare un rettangolo, al centro spalmare la marmellata di arance, adagiare sopra delle fette di mele, aggiungere infine gherigli di noci; ripiegare la parte in alto e congiungerla con la parte in basso, chiudere i lati e cospargere con lo zucchero. Infine, incidere con la rotella la parte superiore facendo delle strisce verticali. Infornare a 200° per 20 minuti.
Lo strudel di mele e pronto.

2015/01/img_6838.jpg

“Purciddhruzzi’s day” – “il giorno dei purciddhruzzi”. Impara a farli!

… è tempo di fare i “purciddhruzzi”… non li sapete fare e avete voglia di imparare? Ho pensato di dar vita al primo “purciddhruzzi’s day” – “il giorno dei purciddhruzzi”… una lezione collettiva a casa mia, in cui vi insegno come farli e come mangiarli!  … ovviamente ognuno avrà il suo trofeo: un piatto di purciddhruzzi!

La lezione la faremo appena avremo definito i partecipanti! Sbrigatevi che Natale si avvicina!

CONTATTATEMI per metterci d’accordo! 

Torta al cioccolato con nocciole e crema all’arancia.

La torta al cioccolato con le nocciole è la mia preferita; questa volta l’ho voluta abbinare con una crema all’arancia. Il risultato vi assicuro che è eccezionale. Provatela è fantastica.

Ingredienti: 3 uova, 300 gr di farina, 150 gr di zucchero, 100 gr di burro, 75 gr di cacao amaro in polvere, 100 gr di nocciole, una bustina di lievito per dolci, latte e liquore Amaretto.

Preparazione: in un contenitore rompere le uova, aggiungere lo zucchero e sbattere il tutto con una frusta o con lo sbattitore elettrico; aggiungere il burro, fatto sciogliere a bagnomaria in precedenza, e continuare a sbattere; unire la farina e amalgamare il tutto; versare il lievito e scioglierlo versando una tazzina da caffè di liquore Amaretto; in una ciotola mettere il cacao in polvere, aggiungere del latte lentamente e, facendo attenzione a non creare grumi, girare fino ad ottenere un liquido denso; aggiungere il cioccolato al resto del composto e sbattere per qualche minuto (se è troppo denso aggiungere un po’ di latte); infine aggiungere le nocciole tritate grossolanamente. Versare in uno stampo di alluminio, precedentemente imburrato e infarinato e mettere a cuoce la torta in forno a 200 gradi per circa 45 minuti.10169378_10204722626014950_4915349259571419908_n

Togliere la torta dal forno e lasciarla raffreddare per una mezz’ora  10685523_10204722626654966_3269851315087783557_n.

Una volta raffreddata adagiare la torta su un piatto da portata.10653461_10204722627334983_8898645562781836261_n

Servire la torta abbinandola con una crema all’arancia (in un pentolino mettere due tuorli d’uovo, due cucchiai di marmellata all’arancia e amalgamare; aggiungere un cucchiaio di farina e amalgamare; infine versare un bicchiere di latte lentamente e amalgamare facendo attenzione a non creare grumi; fare addensare il tutto a fuoco lento girando in continuazione).

10659221_10204735098446753_1092501655983171000_n

Crostata con crema pasticciera e mirtilli

Crema pasticciera
Ingredienti: 3 tuorli e un uovo intero, 7 cucchiai rasi di zucchero, 4 cucchiai rasi di farina, 1/2 litro di latte, la buccia di un limone.

Preparazione: amalgamate le uova con lo zucchero, aggiungete la farina lentamente, facendo attenzione che non si creino grumi, versate il latte lentamente e amalgamate il tutto; aggiungete la buccia del limone, tagliata in un unica striscia, e fate cuocere, a fuoco bassissimo, girando sempre, finche la crema non si sarà addensata.

Pasta frolla
Ingredienti: 300 gr di farina, 130 gr di burro, 100 di zucchero, 2 uova.

Preparazione: Impastare il tutto e lasciare riposare l’impasto per una mezz’ora in frigo. Stendere direttamente l’impasto in un tegame imburrato ed infarinato, alzando un bordo intorno al tegame. Infornare a 200° per circa 30 minuti. Quando la base di pasta frolla sarà fredda, versare la crema e livellarla; cospargere la crostata di mirtilli (io ho usato un vasetto di mirtilli sotto grappa, ben scolati).

10394582_10203812958033819_2488104419239084361_n 1959319_10203812955833764_3052994714183576876_nLa crostata è pronta.

Se avete dubbi scrivetemi!

 

 

Tiramisù menta e liquirizia

Il tiramisù menta e liquirizia è una versione che ho provato per la prima volta…il risultato è stato buono…la crema alla menta ti lascia una piacevole sensazione di freschezza che si sposa benissimo con il retrogusto di liquirizia dato dai savoiardi…per l’estate lo trovo fantastico.

Ingredienti: 100 ml di liquore di liquirizia, 200 ml di acqua, savoiardi, 2 uova, 250 gr di mascarpone, 100 gr di zucchero, 250 gr di panna da montare, 7/8 cucchiai di sciroppo di menta.

Preparazione: separare i tuorli dagli albumi; nel contenitore con i tuorli aggiungere lo zucchero e il mascarpone ed amalgamare il tutto con l’aiuto di uno sbattitore fino ad ottenere una crema; montare gli albumi a neve ben ferma e la panna; incorporare prima gli albumi e poi la panna alla crema di mascarpone delicatamente con un cucchiaio; infine, aggiungere lo sciroppo di menta e amalgamare il tutto fino ad ottenere una crema verdina; in una ciotola larga mettere il liquore di liquirizia e l’acqua, bagnare i savoiardi e disporli in un contenitore (io uso una pirofila rettangolare, ma vanno bene anche le teglie di alluminio); sullo strato di savoiardi aggiungere uno strato di crema e ripetere l’operazione per una o due volte (io mi fermo ad una); spolverare il tiramisù con la polvere di cacao amaro e metterlo in frigo per qualche ora.

Il Tiramisù menta e liquirizia è pronto…ditemi se vi piace.

10346289_10203753561468942_5797462462228594412_n

Profiteroles alla crema chantilly e cioccolato

Ecco un altro modo per usare il cioccolato delle uova di Pasqua: i profiteroles ala crema chantilly e cioccolato.

Ingredienti: bignè già pronti, crema chantilly, cioccolato fuso

Crema pasticciera
Ingredienti: 3 tuorli e un uovo intero, 6 cucchiai rasi di zucchero, 4 cucchiai rasi di farina, 1/2 litro di latte, la buccia di un limone.
Preparazione: amalgamate le uova con lo zucchero, aggiungete la farina lentamente, facendo attenzione che non si creino grumi, versate il latte lentamente e amalgamate il tutto; aggiungete la buccia del limone, tagliata in un unica striscia, e fate cuocere, a fuoco bassissimo, girando sempre, finche la crema non si sarà addensata.

Crema chantilly
Ingredienti: crema pasticciera e panna montata
Preparazione: montate 1/2 litro di panna liquida e aggiungete la crema pasticciera, precedentemente preparata, fredda; amalgamate il tutto.

Come sciogliere il cioccolato dell’uovo di Pasqua, per utilizzarlo nella torta: in un pentolino mettere del latte e aggiungere i pezzi di cioccolato dell’uovo; a fuoco bassissimo girare in continuazione fin quando non si sarà sciolto il cioccolato e ottenuto un composto cremoso; aggiungere un po’ di panna montata ed amalgamare il tutto (la consistenza deve essere non troppo liquida né troppo densa; tenete in conto che il cioccolato quando si raffredda si solidifica un po’).

10298885_10203508889272290_7148824057178862635_n

Preparazione profiteroles: tagliare a metà i bignè, riempirli di crema chantilly, disporli su di un piatto e colare sopra il cioccolato fuso.

Profiteroles alla crema chantilly e cioccolato sono pronti

10302118_10203530314007895_3339477001210467389_n

Torta delice

Come spesso accade dopo Pasqua nelle famiglie abbonda il cioccolato delle uova; allora ho deciso di utilizzarlo per fare una torta: la torta delice (così chiamata perché richiama una nota merendina al cioccolato)

Ingredienti: 6 uova, 300 gr di farina, 300 gr di zucchero, 150 gr di burro, un lievito per dolci, un bicchiere di latte, 4 cucchiai di cacao amaro, un vasetto di nutella o cioccolato da fondere, 500 ml di panna vegetale da montare.

Preparazione: in una ciotola capiente, unire le uova e lo zucchero con l’aiuto di uno sbattitore elettrico; aggiungere il burro fatto sciogliere, precedentemente, in un pentolino a fuoco bassissimo o a bagnomaria, e continuare a sbattere per alcuni minuti; aggiungere pian piano la farina amalgamando il tutto e facendo attenzione che non si formino grumi; unire il lievito e il cacao liquido (sciogliere la polvere di cacao aggiungendo lentamente del latte); continuare a sbattere fino ad ottenere un composto cremo ed omogeneo; versare in uno stampo del diametro di 30 cm e infornare per 40 minuti a 180 gradi.

10291080_10203508888072260_6955020278260180019_n

Come sciogliere il cioccolato dell’uovo di Pasqua, per utilizzarlo nella torta: in un pentolino mettere del latte e aggiungere i pezzi di cioccolato dell’uovo; a fuoco bassissimo girare in continuazione fin quando non si sarà sciolto il cioccolato e ottenuto un composto cremoso; aggiungere un po’ di panna montata ed amalgamare il tutto (la consistenza deve essere non troppo liquida né troppo densa; tenete in conto che il cioccolato quando si raffredda si solidifica un po’).

10298885_10203508889272290_7148824057178862635_n

 

Farcitura: prendere la torta (mi raccomando fatela raffreddare bene) e ricavare 3 dischi; sul primo disco spalmare il cioccolato fuso e ricopritelo con il secondo disco; spalmare la panna montata in precedenza e ricoprirlo con l’ultimo disco; ricoprire il tutto con il cioccolato fuso. (Al posto del cioccolato fuso si può usare la nutella, ma io preferisco il cioccolato, possibilmente amaro!)

10325638_10203508889552297_2499989493943456225_n

 

La torta delice è pronta

 

 

10247383_10203508889752302_4775493463553944403_n

 

Se avete dubbi scrivetemi!

 

 

Agnello di pasta di mandorle

E come ogni anno, secondo tradizione, a Pasqua preparo l’agnello di pasta di mandorle!

Ingredienti: 1 kg di mandorle sbucciate, 800 gr di zucchero, mezzo bicchiere di limoncello, cotognata leccese, savoiardi e cioccolata fondente.

Preparazione: Tritare le mandorle con lo zucchero fin quando non si ottiene una pasta piuttosto fine; impastare il composto di mandorle e zucchero con il limoncello; ricoprire lo stampo dell’agnello (vi consiglio di usarne uno di gesso) con la pellicola e premere l’impasto ottenuto, avendo l’accortezza di creare una cavità al centro; sbriciolare all’interno i savoiardi leggerissimamente bagnati con acqua e limoncello, stendere sopra uno strato di cotognata  e spolverare con la cioccolata sminuzzata; ricoprire il tutto con uno strato di pasta di mandorle; una volta capovolto su un vassoio colorare il pesce con un pennello intinto nel cioccolato sciolto con un po d’acqua.

1544609_10203439030965876_385814074998742933_n

Ovviamente le dosi indicate consentono di realizzare più di un agnello in base alle dimensioni dello stampo.

Torta pasticciotto

La torta pasticciotto è la versione ingrandita del più famoso pasticciotto lecce. Ci sono varie versioni, con la nutella, con la crema ed amarene, con il cioccolato, io la faccio così!

Pasta frolla
Ingredienti: 500 gr di farina, 200 gr di strutto, 200 gr di zucchero, 3 uova, un cucchiaino di ammoniaca per dolci oppure 1 cucchiaino di lievito, la buccia grattugiata di un limone.
Preparazione: Mettere la farina sul piano di lavoro e formate una fontana; al centro aggiungere lo zucchero, la buccia grattugiata del limoni,  l’ammoniaca; amalgamare bene, aggiungere lo strutto a pezzettini e impastare il tutto; aggiungere, infine, le uova e impastare fino ad ottenere un panetto omogeneo; riporre l’impasto in frigo per tre quarti d’ora. 
Continua a leggere Torta pasticciotto