Il nulla in dosi massicce…

…ed eccomi qui!

È passato un po’ di tempo da quando ho scritto il mio ultimo articolo su questo blog. Ho voluto concedermi una pausa, anche per riordinare le mie idee, che a volte riverso in rete in maniera impetuosa, seguendo quelli che sono i ritmi dei miei pensieri che spesso corrono alla velocità della luce di giorno e di notte.

Mi sono voluto fermare, anche, per vedere quello che succedeva intorno a me, per avere un angolo visuale diverso da quello di chi guarda la politica e la societa in maniera interessata… ho provato a stare dalla parte di chi lontano da partiti e politici viene bombardato ogni giorno da tonnellate di notizie vuote, che hanno il solo scopo di mantenere in luce questo o quel personaggio in cerca di notorietà.

Un bombardamento costante, senza esclusioni di colpi, che ogni giorno grazie, anche a giornalisti compiacenti, raggiunge in qualche modo l’ignara gente, costretta ogni giorno a fare i conti con le difficoltà che la vita gli pone davanti e che se ne frega dii quel buongiorno sorridente di quel politico che sta facendo (forse) il suo dovere, ma che deve fare intendere che sta per salvare il mondo.

E si! Pur volendoti isolare, in qualche modo ti raggiungono…se non leggi il giornale, ascolti in ogni ora opinionisti, a volte improvvisati, che occupano gran parte dei palinsesti televisivi, se scansi la TV, comunque non sfuggi al post su Facebook, se sei tanto forte da resistere a quest’ultimo, vieni circondato da Istagram o Twitter. Insomma, non riesci a vivere la tua vita al netto dei messaggi che i soliti personaggi vogliono farti arrivare.

E il difficile viene proprio in quel momento, quando devi fare una cernita tra quello che ha una certa valenza, personale e sociale, e le tonnellate di spazzatura che ti gettano sopra, quasi a farti respirare un’aria talmente malsana da convincerti, che è l’unica respirabile e che non c’è aria buona. Ma perché lo fanno? È scientifica la cosa: se si propina il nulla in dosi massicce, poi una frase, una parola, un’intenzione, un’azione pressoché normale, appare ingigantita appare l’eccezionale, consentendogli di apparire meglio degli altri…e così passano i giorni, le settimane, i mesi, gli anni, nel più totale immobilismo… La frase che sento più spesso è: “non cambia mai niente, pensano solo ai fatti loro”… eppure hanno inondato pagine dei social, hanno riempito pagine di giornali, sono comparsi in televisione, predicando miliardi di parole talmente vuote, che non sono riusciti a riempire il vuoto di chi li ascolta o legge.

Questo in generale… poi entrerò nel merito!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...