L’ultima settimana del PD salentino – parte quinta

La risposta di Paticchio? La conosceremo presto…

In effetti la risposta non si fa attendere: “Ho 29 anni e sono un iscritto del PD. Amo la politica perché per un 50% mi hanno insegnato ad amarla e per l’altro 50% ho imparato a farlo. Ma non ho ancora imparato a farla, in questo contesto, in questo momento, nel modo giusto. Se sapessi farla avrei accettato la richiesta di candidatura che mi è stata fatta da tutti i livelli del partito. Avrei dimostrato “quanti voti ha Paticchio”, “quanto conta”, “quantu pisa”. Perché la politica questo è: pacchetti di voti, consenso, quote. La politica questo è, oggi.
L’impegno preso con i ragazzi del gruppo #Under40 però va oltre e la prima cosa che vogliamo modificare è proprio la frase “La politica questo è oggi”. Vogliamo trasformare questo modo di intendere l’impegno per il bene comune. Ci crediamo davvero.” Sono parole quelle di Paticchio con le quali si rispedisce al mittente la lusinghevole proposta di una sua candidatura.

Sembra essersi chiusa così la saga del PD salentino, ma improvvisamente si aprono nuovi scenari. E chi li apre questi scenari? Forse gli under40? Forse gli over50? Nooooo! E’ il candidato Presidente in persona, Michele Emiliano. Bastano un paio di messaggi su twitter per riaccendere la miccia di un partito che non riesce a trovare pace.

Il primo messaggio è rivolto al segretario del PD di Melendugno: “ho chiesto al segretario del PD di Melendugno di dimettersi dopo aver appreso che la moglie è stata assunta dal consorzio TAP. Devono vergognarsi“. Poche parole, che bastano a dar fuoco alle polveri, per riaccendere il dibattito sulla moralità all’interno del partito. A mio giudizio, sono state parole di grande effetto, forse dure, per qualcuno inopportune, ma che era necessario dire per prendere le distanze da un comportamento inqualificabile da parte di un segretario locale del PD (che è bene ricordare dirigeva un partito apertamente schierato contro TAP da sempre). Nel contempo, penso che la medesima attenzione rivolta al segretario di Melendugno andava riservata all’argomento TAP; alle varie esternazioni di politici locali che ne difendono l’opera e che parlano di compensazioni; andrebbe approfondito questo argomento, per capire esattamente che cosa si intende per compensazioni, chi ne dovrebbe usufruire e come verrebbero gestite e da chi.

Il secondo messaggio, invece, riaccende il dibattito sulla candidatura, più candidatura di tutte, quella di Ernesto Abaterusso. Per settimane su tutti gli organi di stampa si è letto “la candidatura di Abaterusso è stata fortemente voluta da Emiliano”, “Emiliano ha pregato Abaterusso di candidarsi” e, invece, si scopre che era tutta una montatura per cercare di legittimare una candidatura, che, si sapeva già avrebbe, sollevato non pochi mal di pancia all’interno del partito salentino. In un botta e risposta su twitter Emiliano, a proposito della candidatura di Abaterusso, dice “non ho implorato nessuno, su richiesta del segretario provinciale ho chiesto una disponibilità“. Svelato l’arcano! Quella candidatura è stata voluta dalla segreteria provinciale per supplire all’impossibilità di candidare Gabriele Abaterusso. Mentire era l’unico modo per blindare quella candidatura, per la quale si lavorava da anni, e non metterla in discussione; ricordo ancora quella specie di organismo allargato di qualche settimana fa, in cui si disse che non si poteva prescindere dalla candidatura di Ernesto Abaterusso, perché l’aveva chiesta Emiliano. Non era vero! Anzi in un altro post Emiliano aggiunge: “e che problema c’è? se il PD di Lecce lo vuole lo candida. Altrimenti ne candida un altro“.  Ed ora che sappiamo che non è candidatura per la quale Emiliano si sarebbe strappato i capelli, che succederà? Vedremo!

Vi è di più, sempre su twitter (ormai organo ufficiale di partito), ma ve ne parlerò nel prossimo avvincente capitolo.

…to be continued

Annunci

Un pensiero su “L’ultima settimana del PD salentino – parte quinta

  1. Oggi mi sento ANCORA orgoglioso di essere un elettore del PD, perchè, scrivi quello che pensano e condividono molti altri elettori o simpatizzanti del PD che vogliono rottamare le dinastie delle candidature corrotte e colluse,(che fanno della politica uno strumento da utilizzare a fini personali,facendoli passare per cose normali…,) e dare un tocco di freschezza a questa nostra politica nel Salento.Grazie a te Giovanni ed a tutti i giovani under 40 impegnati in questa battaglia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...