Archivio mensile:dicembre 2014

Si convochi immediatamente l’assemblea provinciale del PD con all’odg: Regionali, regole e candidature.

Faccio seguito all’articolo di ieri  Regionali:candidature incomprensibili, per rispondere a qualche commento ricevuto e per lanciare una proposta…

…Ormai siamo il partito del non pensiero, della non discusssione, del se critichi sei automaticamente contro qualcuno… a chi mi accusa di essere contro la segreteria provinciale, dico che si sbaglia… non sono contro a prescindere e non ho nessuna velleità di protagonismo… semplicemente non mi ritrovo con certi metodi che per me sono antidemocratici e dannosi per la vita collettiva del partito… criticavo la precedente gestione politica del partito e critico l’attuale… non perché mi diverto, ma perché a mio avviso nulla è cambiato… anzi qualcosa è peggiorato… si continua con l’esaltazione dei personalismi che stanno lentamente svuotando di significato il partito stesso…

…Nel merito della vicenda delle candidature alle regionali, credo che sia necessario un’ampia e franca discussione assembleare, per individuarne le regole e le persone… con l’auspicio che si arrivi ad un deliberato che vincoli le scelte della segreteria provinciale… Si convochi, dunque, nel più breve tempo possibile, un’assemblea provinciale del PD con all’odg: Regionali, regole e candidature.

Scusatemi se io ho una visione collettiva del partito! Vedo che sono demodè, ma continuerò ad esserlo!

Annunci

Regionali: candidature incomprensibili.

Oggi leggo in un articolo del Corriere Salentino.it: “No, io non mi candido perché ritengo che non bisogna essere candidati sempre e comunque; bisogna invece rilanciare e dare una mano ai giovani volenterosi. Dalla segreteria si può attingere a tante vivacità. Noi della vecchia guardia possiamo accompagnare alcuni giovani ad essere candidati ed eletti in rappresentanza del Salento, tra questi emerge la figura di Gabriele Abaterusso, responsabile dei circoli Pd della provincia di Lecce e papabile per capacità e per passione politica”… (Cosimo Durante).
Voi della “vecchia guardia” ci avete consegnato un territorio stremato e senza futuro, che vive una delle crisi peggiori degli ultimi 30 anni (quelli che ricordo io), dal quale tanti giovani e meno giovani (non figli di papà) stanno scappando… Ora smettete di fare danni… smettete di tutelare le vostre posizione danneggiando il territorio di tutti!
…Vorrei tanto capire per COSA emergerebbe la figura di Gabriele Abaterusso?
…oddio per un paio di “cosette” effettivamente emerge… ma sarebbero dei validi motivi per non candidarlo!

BUON EURONATALE!

…oggi finisce il semestre di presidenza Italiana dell’Unione Europea… tante attese… tante speranze… dovevano essere i sei mesi più importanti della nostra storia recente… e invece? NADA DE NADA… NIENTE DI NIENTE… sei mesi sono passati in maniera impercettibile… nessuna traccia visibile è stata lasciata… tutto come prima! … la nostra economia arretra… lo stato sociale si sfalda… gli squilibri tra chi ha molto e chi non ha niente si accrescono… stagnazione… incertezza per il futuro… pessimismo diffuso sulle reali possibilità di ripresa… aumento delle tasse… corruzione dilagante… Ecco cosa ci lascia un semestre passato a presiedere l’Unione Europea… sarò io il cieco e spero che qualcuno mi smentisca… ma non credo che avverrà!
Il mio augurio è che Babbo Natale ci porti un Italia diversa… in questo momento mi è più facile credere a Babbo Natale che a certi politici!
BUON EURONATALE!

PD Lecce: la VERGOGNA della Commissione di garanzia, che non c’è!

in questi giorni si sente tanto parlare, di codice etico, di moralità ed immoralità nella politica. Tutti invocano correttezza e legalità; molti invocano e molti promettono il pugno di ferro per fare dei partiti dei presidi di legalità.

E invece, in provincia di Lecce succede che il Partito Democratico, della legalità e della democrazia interna se ne infischi; succede che da quando si è insediata la nuova Segreteria provinciale, il partito vada avanti privo del suo organismo di garanzia: la Commissione dei Garanti.

E’ una VERGOGNA! Il PD salentino è privo di quell’organismo che dovrebbe garantire la democrazia interna e presidiare che la vita interna si svolga sui binari della trasparenza e della correttezza.

NIENTE! Sebbene più volte sia stata invocata nelle riunioni degli organismi collegiali, sebbene più volte sia stata chiamata in causa su vicende che hanno riguardato singoli circoli, sebbene della vicenda siano stati informati i vertici del PD Nazionale, NIENTE! NON OPERA! NON SI RIUNISCE! NON DA RISPOSTE! NON PRESIEDE AL BUON ANDAMENTO DEL PARTITO.

Il PD ha bisogno di una commissione di garanzia agibile al più PRESTO. Anche e soprattutto perché tra qualche mese dovrà valutare le candidature per le prossime elezioni regionali. O, forse, è proprio questa la questione: non deve valutare l’opportunità di qualche candidatura!

E’ uno SCANDALO! Dobbiamo aspettare che si verifichi un altro caso Roma?

Nuove norme anticorruzione: a che servono?

Nuove norme anticorruzione! Ecco il nuovo SLOGAN coniato dal Premier Renzi.

E ci risiamo, un altro bellissimo messaggio lanciato nell’etere o meglio nella rete, a rassicurare chi in questi giorni ha lo stomaco in subbuglio ascoltando le notizie che arrivano da #mafiacapitale.

Come se bastassero 4 chiacchiere per sconfiggere una piaga che dilaga ad ogni latitudine, da decenni, e costa allo Stato diversi punti di PIL. Sono abbastanza disilluso per credere che quest’ennesimo annuncio spot porterà qualcosa di buono.

Ma davvero si vuol far credere che la corruzione dilaga perché non ci sono leggi per contrastarla? Ma chi si vuole prendere in giro. Dunque, con un nuovo pacchetto di norme anticorruzione o con l’inasprimento delle esistenti, si sconfigge un mal costume insito nella cultura italiana da millenni? Ma smettiamola di prenderci in giro.

Può davvero la politica (certa politica, perché non voglio fare di tutta l’erba un fascio, quella che gestisce il potere) riformare se stessa? Autopunirsi? Autolimitarsi? Scusatemi ma non ci credo!

Non credo che siano necessarie nuove leggi, sbandierati inasprimenti, sarebbe sufficiente l’applicazione dell’esistenti. Ed qui che casca l’asino, perché ad applicarle spesso è gente essa stessa corrotta. E’ un cane che si morde la coda, mentre la nostra società va a rotoli.

Non serve sbandierare chissà quale azione riformatrice (cambiamo tutto per non cambiare niente)! Ognuno faccia il suo applicando le norme esistenti e soprattutto dando fondo al senso di DECENZA, se ancora ce n’è rimasto un poco.

Nei partiti, si sa tutto, chi si candida o viene candidato lo si conosce; si sa la sua storia, che cosa ha fatto i personaggi che lo accompagnano, mi sembra strano che tutti fanno finta di cadere dal pero, invocando chissà quale giustizia divina. Se davvero si vuole cambiare, non ci vuole molto: basta non iscrivere al partito chi si sa che è indegno; basta non candidare chi si sa che ha rubato o truffato, fosse anche una mela; basta sospendere chi è indagato per qualsiasi reato, fin quando la giustizia avrà fatto il suo corso; basta non mettere in posizioni di comando chi ha l’attitudine alla truffa. Insomma basta poco per dare un po di moralità a questa politica, non serve sbandierare GRANDI RIFORME! E questo si chiama desiderio di GIUSTIZIA, che è cosa ben diverso dal giustizialismo, che “aborro”.

Ognuno faccia il suo sulla strada del rispetto dell’etica e della morale, altrimenti è inutile che riempiamo pagine e pagine di leggi e leggine, staremo sempre allo stesso punto!

“Purciddhruzzi’s day” – “il giorno dei purciddhruzzi”. Impara a farli!

… è tempo di fare i “purciddhruzzi”… non li sapete fare e avete voglia di imparare? Ho pensato di dar vita al primo “purciddhruzzi’s day” – “il giorno dei purciddhruzzi”… una lezione collettiva a casa mia, in cui vi insegno come farli e come mangiarli!  … ovviamente ognuno avrà il suo trofeo: un piatto di purciddhruzzi!

La lezione la faremo appena avremo definito i partecipanti! Sbrigatevi che Natale si avvicina!

CONTATTATEMI per metterci d’accordo! 

Questione etica e morale: il PD Salentino e Pugliese dimostri serietà e determinazione nell’affrontarla.

Bisogna aprire una discussione finalmente sincera al nostro interno, il nostro tesseramento andrebbe azzerato e rifatto da capo. Sono convinto che le riserve democratiche di questo partito siano ancora grandi e non vadano disperse, occorre recuperare quelle che si sono allontanate, intervenendo con delle azioni decise. Bisogna intervenire su come si fa il tesseramento, sulla trasparenza delle spese elettorali, introdurre l’anagrafe patrimoniale degli eletti, accessibile ad ogni cittadino“.

Non sono io a pronunciare queste parole, ma il deputato democratico Roberto Morassut in un intervista, come si legge sul quotidiano La Repubblica a proposito del commissariamento del PD romano, a seguito di Mafia Capitale.

Questo pensiero lo sposo integralmente e lo indirizzo ai dirigenti provinciali del PD salentino, a quelli regionali del PD Pugliese e ad ogni dirigente locale.
Continua a leggere Questione etica e morale: il PD Salentino e Pugliese dimostri serietà e determinazione nell’affrontarla.

Mafia Capitale

IMG_6520-0.JPG

Questa è la foto che sta circolando maggiormente sulla rete in queste ore … Da molti indicata come il segno di una società corrotta e corruttibile… Dell’intreccio tra politica e malaffare… Dell’intreccio tra potere e criminalità… Forse lo è davvero… Ma credo che sia un po’ troppo superficiale fare un’analisi della vicenda partendo da una foto… È sbagliato fare di tutta l’erba un fascio… Certamente siamo di fronte ad una degenerazione dei costumi … Di fronte ad una società che stenta ormai ad individuare i confini del lecito e dell’illecito… Non c’è dubbio la questione etica e morale va affrontata, in primis nei partiti, ma non partendo da una foto!

Continuano ad arrivare belle notizie dal Comune di Surbo!

1381620_10205181716491925_1530154595026820810_n

Continuano ad arrivare belle notizie dal Comune di Surbo!

L’ultima in ordine di tempo, dopo quella del rischio di dissesto finanziario, pare sia quella relativa ad un presunto debito che il Comune avrebbe nei confronti di Ambiente e Sviluppo. Dall’articolo apparso ieri sulla stampa non si capisce da cosa derivi questo debito, che sembrerebbe ingente. Si comprende, solo, che è un credito certo liquido ed esigibile, dal momento che c’è stato un tentativo di pignoramento delle somme presso terzi. Dalle parole del Sindaco si evince che c’è un opposizione giudiziaria al pagamento di questa somma e che nelle more del giudizio si sta cercando di arrivare ad una transazione, che riduca l’ammontare da pagare. Una cosa è certa, c’è un’altra bella somma da pagare, che potrebbe rappresentare un altro duro colpo inferto alle già martoriate case comunali.

Più che un’altra tegola sul Comune, direi: un’altra tegola sui cittadini di Surbo.

Non si capisce da cosa derivi questa ennesima esposizione debitoria, se sia frutto di una cattiva gestione amministrativa o altro, ma una cosa è evidente che i soldi dei contribuenti Surbini serviranno anche a pagare quest’ennesimo debito.

A quanto pare, la maggior parte delle tasse riscosse, e che saranno riscosse in futuro, saranno destinate a ripianare gli innumerevoli debiti accumulati in questi anni dalle varie amministrazioni che si sono susseguite.

Piuttosto che contribuire a migliorare la gestione dei servizi esistenti, incrementandoli con nuovi, i cittadini sono costretti, e saranno costretti in futuro, a pagare debiti, che a questo punto evidenziano una non ligia gestione amministrativa.

Per la serie: …E NOI PAGHIAMO!