Uguaglianza per le donne

Oggi, ho sentito molto parlare di uguaglianza per le donne, per questo ho deciso di fornire un mio modesto contributo su questo tema, riportando una parte del discorso che un grande socialdemocratico svedese – Olof Palme – pronunciò al congresso del partito socialdemocratico, il 2 ottobre 1972. Sebbene esso sia datato, lo trovo molto attuale e valido per la realtà italiana del nostro tempo.

“L’aspirazione all’uguaglianza fra i sessi deve fondarsi sul mondo del lavoro. Dobbiamo rivendicare il diritto delle donne all’occupazione.
La società deve essere organizzata sulla base di una divisione del lavoro rispettosa dell’uguaglianza fra uomini e donne. Ciò richiede il potenziamento dell’assistenza all’infanzia, servizi sociali e un maggior peso dello spirito comunitario nell’organizzazione della società.
Oggi la società è caratterizzata da valori, che sotto molti aspetti discriminano le donne, le ostacolano nel loro processo di liberazione. Dobbiamo muovere un attacco a questi valori e discuterli criticamente. Il sistema sociale, in sinergia con organizzazioni e movimenti popolari, deve appoggiare la diffusione di valori tali da contribuire attivamente a fare delle donne soggetti con pari diritti.
A cinquant’anni di distanza dall’introduzione del suffragio universale*, le donne sono ancora decisamente sottorappresentate negli organi politici e nelle organizzazioni. E’ indispensabile che le donne intensifichino la loro partecipazione, in politica e nel sindacato. Il nostro compito consiste nel sostenerle in questa aspirazione, senza riserve e senza divisioni”.

*Il suffragio universale, maschile e feminile, fu introdotto in Svezia nel 1918.

Annunci

2 pensieri su “Uguaglianza per le donne

  1. Come non essere in totale sintonia con il pensiero di Palme poi brutalmente assassinato all’inizxo degli ’80?
    Oggi, che per ‘fortuna’ la crisi c’è (per B. era una impressione) ed è gravosissima essa ricade per quanto riguarda il mondo del lavoro sopratutto sulle donne le prime che ne vengono estromesse o proprio non riescono ad accedervi.
    E, cmq, – concedimelo – pur essendo costrette alle quote rosa per salvaguardare le donne, io di gran lunga voler privilegiare la meritocrazia. Capisco è una brutta parola ma ancor peggio , anzi doppiamente peggio per l’opinione pubblica vedere una donna inadeguata al sua compito ed esaltata per il suo…posteriore.

    sherazademoltomegliodiquelchesembragrazie

    1. Palme è stato un leader che aveva visione…a tal punto che il suo pensiero è ancora oggi attualissimo…specie in italia, dove la socialdemocrazia non ha avuto la possibilità di affermarsi…anche se con decenni di ritardo, rispetto ai paesi nord europei, spero che riprenda il dibattito sulla svolta socialdemocratica! io cerco di dare il mio contributo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...