Sono in pochi a sapere che gli avvocati salentini sono in agitazione.

Sono in pochi a sapere che gli avvocati salentini sono in agitazione.

Infatti, in data 18 febbraio 2014 l’Assemblea straordinaria degli iscritti all’Ordine degli Avvocati di Lecce ha deliberato:
1) Astensione ad oltranza e senza preavviso, da tutte le udienze civili, penali, amministrative e tributarie in conformità e con i limiti di cui agli artt. 4, 5 e 6 del Codice di Autoregolamentazione degli Avvocati;
2) Invito a tutti gli iscritti alla cancellazione dagli elenchi dei Difensori di Ufficio e patrocinio a spese dello Stato;
3) Invito a GOT e VPO alle dimissioni dall’ufficio;
4) Invito a tutte le Rappresentanze istituzionali ad ogni livello alle dimissioni dalle cariche;
5) Invito a non corrispondere il contributo unificato per l’iscrizione a ruolo delle cause, fino a quando non perverrà l’avviso bonario da parte della Cancelleria;
6) Invito al Consiglio dell’Ordine ad organizzare una manifestazione degli Avvocati in toga che sfilino fino alla Prefettura, con preventiva richiesta di incontro con il Prefetto nella sua qualità di rappresentante del Governo.

Quelle indicate sopra sono misure di protesta molto forti, raramente adottate prima. Ad esse si aggiunge la manifestazione, con corteo, tenutasi a Roma Giovedì 20, alla quale hanno partecipato migliaia di avvocati provenienti da tutta Italia.
Purtroppo devo constatare che non vi è un grande interesse della pubblica informazione per questa agitazione, con il rischio di farla passare per la protesta degli avvocati che vogliono tutelare i propri privilegi.
Non è assolutamente così! A parte il fatto che l’idea che gli avvocati siano dei privilegiati, a mio giudizio, è totalmente superata ai giorni nostri, perché il numero degli iscritti all’albo degli avvocati (più di 5000) fa di noi una categoria di lavoratori come tante altre e non certo una”casta”.
La protesta, nasce, piuttosto, dall’essersi resi conto che la giustizia sta perdendo la sua connotazione di diritto per tutti, per trasformarsi in un privilegio per pochi.
Le riforme della giustizia che si sono susseguite in questi anni, non hanno fatto altro che peggiorare una già instabile situazione del sistema giudiziario italiano. Tali riforme estemporanee e mirate a ridurre quantitativamente il contenzioso giudiziario, hanno di fatto indebolito il diritto stesso dei cittadini a vedersi riconoscere giustizia oltre che a peggiorare le condizioni lavorative di chi opera nell’ambito del sistema giudiziario.
E’ stato eliminato il tariffario, che garantiva ai cittadini di sapere esattamente quanto sarebbe costata una causa; sono state aumentate tutte le tasse che si pagano per difendere e rivendicare diritti sacrosanti (contributo unificato, diritti di cancelleria, diritti per le copie); è stata introdotta la Mediazione, che impone di sostenere  di sostenere costi, ancor prima di cominciare il giudizio; c’è stata l’eliminazione di tutte le sezioni distaccate di tribunale (cioè tutte le cause si dovrebbero fare nel tribunale di Lecce) con gravissimo disagio dei cittadini e degli operatori di giustizia; c’è stata la riduzione del personale di cancelleria.
Insomma, ci troviamo di fronte ad una situazione critica, in cui rischia davvero di saltare il sistema di diritto sul quale si basa il nostro Paese. Un cittadino che non può rivendicare un diritto e non può accedere alla giustizia, non è un cittadino libero. E’ lo stesso concetto di democrazia che rischia di essere danneggiato.
In questa protesta, avviata dagli avvocati, cittadini, istituzioni, parti sociali devono assolutamente fare squadra. E’ in gioco la DEMOCRAZIA!

Oggi, 26 Febbraio, alle ore 10.30, presso l’Hotel Tiziano, si è tenuta una nuova Assemblea degli iscritti all’ordine degli avvocati di Lecce e si è deciso quasi all’unanimità di continuare lo stato di agitazione, con le medesime modalità stabilite nella passata assemblea, sopra riportate; si è inoltre deciso di riconvocare l’assemblea il 24 Marzo c.m.

1901807_10203073547109008_896267198_n

Annunci

Un pensiero su “Sono in pochi a sapere che gli avvocati salentini sono in agitazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...